Garcinia cambogia: funziona davvero? Tutte le informazioni necessarie
Cosa è la Garcinia Cambogia e dove si trova

Data

frutto Garcinia Cambogia

Cosa è la Garcinia Cambogia e dove si trova

La Garcinia Cambogia è il frutto di una pianta tropicale, nota con il nome di Garcinia gummi-gutta, altrimenti chiamata Kudam puli, brindleberry o tamarindo del Malabar.

La pianta della Garcinia, appartenente alla famiglia delle Clusiaceae, è originaria dell’Indonesia – nello specifico della regione Garcinia -, ma è anche una pianta che, avendo bisogno di molta acqua, cresce spontaneamente in tutti quegli ambienti prettamente tropicali, come ad esempio in Vietnam, nelle Filippine e nell’India del sud.

La pianta della Garcinia Cambogia si presenta come un albero dal tronco legnoso, che può raggiungere i dieci metri di altezza: le sue foglie sono lucide e verdi e fiorisce soprattutto nel mese di Aprile.

Nello specifico, la sostanza vegetale che ci interessa trattare, si estrae dalla buccia del frutto di questa pianta: quest’ultimo si presenta molto simile a una zucca nella forma, ma nella dimensione è molto ridotto e il suo colore può variare dai toni del verde al giallo, sintomi dello stato di maturazione del frutto stesso.

 

Perchè viene utilizzata principalmente la buccia?

Perchè nella buccia della Garcinia Cambogia vi è una grandissima quantità di HCO, ovvero di acido idrossicitrico: questo acido, interagendo con degli enzimi, agirebbe principalmente sul senso di sazietà, limitando quindi quella sensazione di fame che talvolta può portare a gestire il rapporto col cibo in modo disordinato. Ciò spiega la ragione per cui la Garcinia Cambogia sia pubblicizzata come un prodotto utile al dimagrimento.

L’acido idrossicitrico, presente anche in altre piante tropicali, è un derivato dell’acido citrico e si presenta in maggiori quantità proprio nella buccia del frutto. Per estrarlo, occorre far essiccare la buccia stessa e ha un colore biancastro, simile -nell’aspetto e al tatto- allo zucchero. Non solo: nel frutto della Garcinia Cambogia sono presenti anche vitamine, il calcio, pectine e carotenoidi, un insieme di sostanze fondamentali per il nostro organismo.

Le proprietà e i benefici della Garcinia Cambogia

Come abbiamo già detto, il motivo per cui la Garcinia Cambogia è consigliata ai fini del dimagrimento, trova la sua ragion d’essere proprio nell’acido idrossicidrico. A questo composto sono associate alcune proprietà e benefici, che possiamo vedere insieme:

  • Il principale beneficio associato all’uso della Garcinia Cambogia dipende dalla presenza di questa molecola, la quale esercita un’attività tesa a limitare il senso di appetito e, di conseguenza, diminuisce gli accessi alimentari;
  • La Garcinia Cambogia favorisce la digestione;
  • La Garcinia Cambogia garantisce anche una corretta assimilazione del cibo ingerito, limitando conseguentemente anche l’acidità dell’apparato digestivo;
  • La Garcinia Cambogia agisce bloccando i meccanismi che causano il colesterolo: ne deriva che l’acido idrossicitrico, presente in grandi quantità nella Garcinia Cambogia, aiuta di fatto a combattere il colesterolo alto e la ipertrigliceridemia, ovvero una grande quantità di trigliceridi presenti nel sangue che, se inseriti in eccesso nella dieta, diventano dannosi.
  • La Garcinia Cambogia accelera il metabolismo basale, favorendo un aumento del consumo energetico poichè stimola la produzione di calore e sudore;
  • Questo frutto ha anche proprietà antiossidanti è in grado di prevenire l’ossidazione delle cellule del nostro organismo-, lenitive ed – anche usato come lassativo;
  • Secondo la medicina Ayurvedica, la Garcinia Cambogia ha proprietà benefiche anche in caso di reumatismi e fastidi intestinali del reflusso esofageo;
  • Inoltre la Garcinia Cambogia contribuisce a mantenere a livelli normali il cosiddetto ormone dello stress, ovvero il cortisolo, grazie alle sue proprietà che permettono di combattere un accumulo di tossine nel nostro corpo;
  • In erboristeria, la Garcinia Cambogia viene utilizzata anche nei trattamenti anti-cellulite;

Infine, questa molecola così presente nel frutto della Garcinia Cambogia, svolge un’importante funzione anche al livello del fegato: proprio grazie alle sue proprietà antiossidanti e lassative, di cui abbiamo parlato poc’anzi, essa permette la rigenerazione delle cellule del fegato;

Controindicazioni nell’utilizzo di Garcinia Cambogia

La Garcinia Cambogia è una pianta che apporta diversi benefici a chi la assume, tuttavia non può essere assunta proprio da tutti. Segnaliamo anzitutto alcuni possibili -seppur rari- effetti collaterali derivanti dall’utilizzo di questo frutto:

  • Mal di testa;
  • Diarrea;
  • Nausea;
  • Vomito;

Inoltre, ricordando e rimandando sempre al parere del proprio medico, l?utilizzo della Garcinia Cambogia è sconsigliata:

  • Durante la gravidanza e l’allattamento;
  • A coloro che soffrono di presunta o accertata ipersensibilità verso tale frutto;
  • Ai diabetici;
  • A coloro affetti da malattie degenerative come l’Alzheimer o forme di demenza poichè la Garcinia Cambogia potrebbe accrescere la sintesi dell’acetilcolina, un composto che agisce sulla regolazione della pressione, sulle contrazioni del cuore e nella trasmissione degli impulsi nervosi;
  • A coloro che stanno seguendo delle terapie farmacologiche, poichè la Garcinia Cambogia potrebbe interagire con gli stessi farmaci.

Curiosità sulla Garcinia Cambogia

Il frutto della Garcinia Cambogia ha iniziato ad avere maggiore diffusione e, quindi, a vedere una maggiore assunzione a partire dal 2012, quando venne pubblicizzata dal Dr. Oz, un personaggio televisivo particolarmente famoso negli Stati Uniti che ne denunciava le proprietà “miracolose” in termini di dimagrimento.

Ed è proprio negli Stati Uniti che diverse celebrità – tra cui, ad esempio, Nicole Kidman e Jennifer Lopez – hanno dichiarato di aver perso peso proprio grazie all’utilizzo della Garcinia Cambogia.

Essendo un frutto tipico dei paesi tropicali, il notevole consumo di questo frutto si spiega con il problema della povertà: di fatto, come già detto precedentemente, la Garcinia Cambogia viene consumata soprattutto sotto forma di zuppa e la sua assunzione limita il senso di fame offrendo, in maniera inversamente proporzionale, un maggiore senso di sazietà.

In questo modo, nonostante piccole porzioni di cibo, si ha la percezione di essere sazi.

Funziona davvero? Il parere dei medici

Nonostante siano state elencate le numerose proprietà di cui gode la Garcinia Cambogia, studi scientifici hanno di fatto dimostrato la sua inefficacia nella perdita di peso.

Tutti gli usi terapeutici descritti e associati all’utilizzo di questo frutto non sono ancora stati confermati dall’EFSA (Autorità Europea per la Sicurezza Alimentare).

Altri
articoli

Iscriviti alla nostra Newsletter e resta aggiornato sulle ultime occasioni